Lean Product Development

L’innovazione nello sviluppo di prodotti e processi

Gli imprenditori e i manager delle aziende  si trovano comunemente a  gestire situazioni dove:

  • si sviluppano prodotti con soluzioni ritenute innovative e che invece sono dei flop clamorosi
  • i progetti non decollano nei tempi previsti
  • i progettisti svolgono attività senza aderenza alcuna con i processi di sviluppo “ufficiali” ritenendoli non coerenti con ciò che accade nella realtà
  • in alcune linee di prodotto non si è competitivi sui prezzi e non è chiaro quanto nei prodotti sia a valore oppure non a valore/spreco, non Lean.

Per rimuovere queste ed altre criticità, CONSIDI ha sviluppato  un’esperienza significativa e una conoscenza approfondita delle più avanzate metodologie Lean-Agile per aiutare i clienti a ‘coltivare’ l’innovazione e a ridurre il costo dei prodotti, in relazione al valore richiesto.

lean product development

COLTIVARE L’INNOVAZIONE

Un Modello Innovativo per avere Successo nel Mercato: per esserci, essere veloci e continuare ad essere innovativi.

Tutti concordano sul fatto che l’innovazione è vitale per il successo di ogni Azienda; ma perché sia efficace è necessario che il tempo di sviluppo dei progetti sia sincronizzato con il tempo “dettato” dal Business.
Nei nostri interventi prevediamo l’introduzione dei principi Lean-Agile al fine di usare il tempo in modo efficace e, di conseguenza, aumentando il numero dei progetti gestibili a parità di tempo (Principio CADENCE o RITMO dell’innovazione).
Successivamente si va ad agire sui singoli progetti in base a quello che è necessario per essere reattivi nei progetti e veloci nel portare l’innovazione sul mercato (Principi FLOW e KNOWLEDGE REUSE).
La sequenza “anticipazione, visione, pianificazione, fattibilità e sviluppo” è il terreno su cui collocare questi principi e far crescere i diversi metodi e strumenti che verranno proposti.

lean product development: fasi processo sviluppo prodotto e innovazione, integrazione principi lean - infografica

PROGETTARE IL VALORE

L’attuale contesto competitivo e le turbolenze che si stanno manifestando in molti settori richiedono alle  aziende  un  sensibile miglioramento  delle prestazioni in particolare quelle che agiscono sul costo del prodotto.

La nostra risposta è l’applicazione delle metodologie di DTV (Design to Value), un approccio che considera diverse prospettive:

  • Cosa vuole il cliente
  • Cosa stanno offrendo i concorrenti
  • Qual è il costo per produrre e distribuire il prodotto
  • Quanto nei prodotti è a valore oppure no

Tale approccio ha permesso a Considi di sviluppare negli anni un’ampia offerta di metodi e strumenti, tra le metodologie annoveriamo:

  • Ottimizzazione della gamma per coprire i segmenti a più elevato valore o evitare sovrapposizioni
  • Realizzare sinergie tra prodotti scegliendo tra diverse strategie (per piattaforma, modulare, mass production)
  • Riduzione della varietà minimizzando numero di parti e componenti specifici
  • Ridurre i costi del prodotto partendo dal deployment degli obiettivi di costo e individuando le alternative possibili per ridurre i costi

RISULTATI TIPICI DEI NOSTRI INTERVENTI

L’introduzione di metodi e di una cultura “lean agile” permettono la risoluzione dei problemi tipici nella innovazione e  nello sviluppo prodotti.

Le aziende che hanno realizzato questo percorso hanno ottenuto significativi miglioramenti nei seguenti aspetti:

  • Miglioramento nella capacità di generare nuove idee “Right first Time”
  • Eccellenza nella capacità di portare le nuove idee al mercato
  • Aumento della Innovation Rate di tutti i prodotti e in particolare dei prodotti più innovativi (a più alta incertezza)
  • Riduzione dei costi dei prodotti, e loro eventuale riposizionamento in ambito competitivo, grazie all’identificazione e utilizzo di tecnologie, componenti materiali e processi alternativi
  • Crescita della cultura Lean Agile nelle persone e nell’organizzazione nel suo complesso

Oltre alle aziende che sviluppano nuovi prodotti o collezioni a catalogo, anche le aziende clienti  che operano con  un modello Engineering to Order o Build to Order hanno migliorato  in modo sostanziale le loro performance in termini di velocità e affidabilità dei tempi di consegna e aumento dei margini  applicando  gli strumenti Lean Agile anche se limitatamente alle fasi tipiche dei loro processi, di Pianificazione, Sviluppo tecnico e Delivery.