vitale-novello

Vitale – Novello – Zane & Co Srl

Nel corso del 2015 Considi ha perfezionato la partnership strategica acquisendo il 15% di quote in Vitale –Novello – Zane & Co Srl (www.vnz.it), società di Brescia che opera nel campo della consulenza economico-strategica, finanziaria e dello sviluppo delle imprese.

La collaborazione punta a integrare i servizi di entrambe le Società che potranno così offrire ai rispettivi clienti soluzioni innovative in settori fino ad ora non presidiati.

L’intesa crea una rete tra professionisti altamente specializzati, a supporto di aziende e istituzioni del Triveneto e della Lombardia nell’affrontare i cambiamenti e le complessità dei mercati.

La messa in comune delle specifiche competenze delle due società consente di integrare gli interventi in ambito Operation & Innovation Management con l’Analisi Economico Finanziaria portando quindi ad una valutazione e gestione unitaria delle performance aziendali a tutti i livelli (produttive, economiche, finanziarie patrimoniali). In questo senso è stato messo a punto un vero e proprio Audit della Catena del Valore (ACV), sulla base del quale sarà possibile pianificare specifici interventi per il miglioramento nelle aree individuate come più carenti.

La collaborazione tra VNZ e CONSIDI punta inoltre a creare partnership attraverso progetti tra le imprese e il mondo dell’innovazione, quali incubatori, start up, centri di ricerca universitari, al fine di colmare il gap tecnologico che connota ancora diverse imprese italiane.

Vitale Novello Zane, costituita nel 2003, si occupa di consulenza economico-finanziaria e dello sviluppo delle imprese, con particolare riferimento all’evoluzione culturale ed organizzativa delle imprese familiari.

I servizi offerti di consulenza direzionale dello studio VNZ sono:

  • Progetti di sviluppo e loro attuazione nell’ambito di analisi di settore e di profili di competitività, anche attraverso operazioni di finanza straordinaria.
  • Ricerca di partner nazionali e internazionali.
  • Interventi sul capitale di rischio attraverso fondi chiusi ed altri Investitori Istituzionali.
  • Affiancamento nella preparazione interna aziendale alla quotazione di Borsa.
  • Introduzione di strumenti di direzione strategica e controllo di gestione
  • Assistenza alle imprese familiari nei processi di ristrutturazione della proprietà, sia in fase di passaggio generazionale sia in occasione di fuoriuscite di rami della famiglia, sia in accompagnamento a processi di evoluzione culturale.
  • Due diligence contabile e finanziaria e valutazioni del capitale economico aziendale.
  • Riordini e ristrutturazioni aziendali e finanziarie attraverso l’elaborazione di soluzioni articolate quali il riassetto della compagine societaria, le ristrutturazioni industriali e finanziarie la liquidazione di cespiti e attività non funzionali, con l’eventuale coinvolgimento di selezionati investitori istituzionali.

Socio di riferimento dello Studio VNZ è il Prof. Marco Vitale:

Economista di impresa,  alunno del Collegio Ghislieri dal 1955 al 1959, è uno dei maggiori protagonisti italiani del mondo della cultura d’impresa. Formatosi in Arthur Andersen ha rapidamente acquisito una grande esperienza internazionale collaborando con grandi gruppi internazionali. Nel 1979 ha fondato una propria società di consulenza di strategia aziendale nell’ambito della quale si è maggiormente dedicato alle imprese familiari italiane sostenendone lo sviluppo e la internazionalizzazione. È stato pioniere in Italia dell’introduzione e sviluppo della certificazione dei bilanci, dello sviluppo dei fondi di investimento aperti e chiusi e dell’attività di merchant banking.

Ha unito un’intensa attività professionale con una generosa attività didattica nelle università di Pavia, Bocconi, Carlo Cattaneo a Castellanza, della quale è stato uno dei fondatori e all’Istao, scuola di impresa fondata da Giorgio Fuà. Ha ricoperto incarichi pubblici di rilievo tra i quali quello di Commissario Unico per la gestione dei fondi privati per la Missione Umanitaria in Kosovo (1999) e dal 2010 al 2013 è stato presidente del Fondo Italiano d’Investimento.