LECTIO MAGISTRALIS di TOSHIO HORIKIRI

23 Maggio 2016
·

COLTIVARE L’INNOVAZIONE: Come Toyota semina e fa crescere ciò che ancora non si conosce

In occasione del Galileo Festival e dell'Inaugurazione dell'Academy Considi, abbiamo potuto ascoltare le parole del sensei Toshio Horikiri. Di seguito alcuni concetti che ci hanno colpito.

"L’innovazione può considerarsi tale solo quando ha un impatto sociale, in altre parole quando cambiano in modo radicale comportamenti e abitudini consolidati.

Esistono fondamentalmente due modelli di innovazione.

L’innovazione incrementale aggiunge caratteristiche e funzionalità in modo progressivo e continuativo a prodotti esistenti per mantenerli sul mercato. Un esempio è l’arricchimento progressivo delle dotazioni di dispositivi di sicurezza che Toyota fornisce sui propri veicoli e che cambia il modo di guidare (impatto sociale).

L’innovazione radicale invece crea una discontinuità secca rispetto ai paradigmi precedenti anche in termini di prestazioni. Un esempio è certamente la macchina ibrida (Prius) che ha rivoluzionato il mercato dell’auto e le abitudini di guida in un settore comunque maturo.
Molte aziende applicano solo un modello di innovazione, mentre il successo di Toyota nasce dalla strategia di applicarli entrambi. Sono necessari per la sopravvivenza di medio termine delle aziende.

La vera innovazione nasce dalla combinazione di due fattori: le evoluzioni socio demografiche e le evoluzioni tecnologiche.
Sul tema delle evoluzioni socio demografiche è importante capire che sono fenomeni in larga parte predicibili e creano il contesto sociale futuro in termini di distribuzione della ricchezza, crescita della popolazione, propensione al consumo ecc.
Le tecnologie invece sono più difficilmente predicibili e tempificabili. Ne sono alcuni esempi i tempi con i quali tecnologie come Bluetooth e Wifi sono diventate di uso pubblico rispetto alle previsioni fatte dagli esperti di settore.

Ciò nonostante la tecnologia è un driver imprescindibile per fare e restare nel business. Prima le aziende ne prendono consapevolezza e prima il modello economico riuscirà a ripartire.

Toyota oggi considera l’Intelligenza Artificiale tra le tecnologie più promettenti e a maggior impatto sociale futuro. L’intelligenza Artificiale è il principale driver per evolvere i siti produttivi verso il 4.0 e nel contempo innovare le auto del futuro.

Per Toyota infatti innovazione non è solo quella del prodotto che possono vedere e toccare i clienti ma anche innovazione di processo produttivo. In questo senso Toyota per il 2025 conta di aver terminato il progetto Industrializzazione 4.0 che prevede la diffusa applicazione di tecnologie oggi in fase di sviluppo quali: IoT (internet of Things); Fully Automated Visual Inspection System; Asset Digitalization; Real Time Control e 3D printing
Toyota resta il benchmark di riferimento. È necessario comprendere che per le altre aziende l’applicazione dei principi base del TPS (Toyota Production System) rappresenta un passaggio obbligatorio per puntare alle economie e allo sviluppo di business che il 4.0 garantisce.

L’uso massiccio di tecnologia potrebbe far pensare a un ridimensionamento del contributo dell’uomo. Toyota invece rilancia consapevole che nuove professionalità saranno necessarie per gestire le fabbriche del futuro. Professionalità che dovranno crearsi e coltivarsi all’interno dell’organizzazione aziendale perché specifiche e non facilmente acquistabili all’esterno.
Ancora una volta Toyota concretamente dimostra che Monozukuri (arte di saper fare bene le cose) e Hitozukuri (arte di far crescere le persone) sono intimamente interconnesse e si alimentano reciprocamente in un percorso che aumenta esponenzialmente la forza dell’azienda.

Anche in un settore apparentemente tradizionale le nuove tecnologie contano. Sfruttare nuove tecnologie è un modo normale per fare business per qualunque azienda di qualsiasi dimensione. Grandi aziende hanno difficoltà a coprire le crescenti esigenze di tutti i segmenti di mercato, in particolare quelli innovativi e di piccole dimensioni. Questi fattori rappresentano una grande opportunità per le PMI che sapranno essere innovative sfruttando flessibilità e rapidità che le caratterizzano."

Toshio Horikiri

logo considi grigio
Il nostro obiettivo è aiutare ad incrementare la competitività aziendale grazie ad una strategia industriale che prende vita dall’alta formazione Lean, dall’eccellenza operativa, dall’innovazione digitale e di prodotto. Un percorso di crescita sostenibile chei beneficia delle nuove opportunità tecnologiche dell’Industria 4.0.
Via A. De Gasperi, 63
36040 Grisignano di Zocco (VI)
Via San Martino, 7
20122 Milano (MI)
Corso Martiri della Libertà, 3
25122 Brescia (BS)
youtube icona azzurrafacebook icona azzurralinkedin icona azzurratweetter icona azzurra
CONSIDI S.P.A. (SOCIETÀ BENEFIT) | Via Alcide De Gasperi n.63 - 36040 Grisignano di Zocco (VI)
C.F./P.IVA 03948220284 | Capitale Sociale: 1.000.000 euro i.v. | Iscritta al registro delle imprese di Vicenza numero REA VI-307565
crossmenu